Giovedì 17 Ago 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

Le due Marie

. Pubblicato in URIEL

 (Messaggio di URIEL, canalizzato da Cristiana Vignoli alla fine della stesura del libro “La Dea Nascosta”)

15/4/08

Uriel ha voluto con questo messaggio, aiutarvi a comprendere, ancora meglio, il difficile ed importante compito della “Dea risvegliata”. "Ora siete in comunione con il sacro Serpente e con la Bianca e la Scura Maria."
Ho chiesto qualcosa in più per comprendere meglio questa frase "sibillina" Così mi spiega:
Il Sacro Serpente è l'energia della Kundalini, l'energia del risveglio, del calore, del fuoco buono, della consapevolezza (è di colore rosso/arancio.)
La Bianca Maria è la madre terrena di Gesù. E' l'energia che dalla Terra sale, in senso antiorario, a generare vita terrena ed alimenta l'energia interna del vostro corpo e della vostra piramide di luce. E' l'energia che da marrone scura (del 1° chakra) si trasforma e diventa di un bianco diamantino (al 12° chakra)
Mentre la Scura Maria è l'energia del femminile sacro, è l'energia Cristica femminile, che dal Cielo scende, come l'acqua ed è legata all'elemento Acqua. E' l'energia della Consapevolezza superiore, della Nascita ad una nuova vita. Inizialmente è un'energia di colore celeste/bianco che scendendo e attraversando i 12 chakra, diventa marrone scuro, quasi nera.
Le madonne nere rappresentano la dea madre terra, l'energia celeste che divenne scura scendendo sulla terra e ritornando sulla terra per aiutare ed alimentare gli esseri viventi. Ella è Sorella, Anima della terra fisica; Vibrazione di Gioia.
Lei è la Maria Madre delle acque e della vita, è la dea che rende viva e rigogliosa la terra, feconde le donne ed i campi.
Le madonne “nere” non sono “nere”, ma scure, come le zolle della terra, uguali in tutto il mondo e comprensibili in ogni epoca e lingua che voglia capire.
La madonna nera è la Vera Madre Divina, è lo Spirito della Terra, quello che voi chiamate "l'eterno femminino", è la dea dell'Amore vero, della fecondità in Amore, è colei che divenne donna per stare accanto al Cristo che divenne uomo.
Nella vostra tradizione la trovate accanto al Nazzareno mentre gli lava i piedi, non in segno di umiltà, come venne detto, ma in Armonia perché dall'acqua viene ogni nascita e dalla terra ogni vita (ella era chinata a terra ed usava l'acqua).
Senza Acqua e senza Terra voi non potreste esistere.
Imparate da lei, Entità Celeste che si fece carne per portare la lieta novella: l'unione divina fra la vita Celeste e quella Terrena.
Avevate dimenticato, che al di là degli esseri che scendevano sulle vostre montagna sacre, creatori a volte della vita terrena, esisteva lo Spirito Cosmico del Divino Amore.
Avevate molti dei, perché molte furono le razze e molte le terre fecondate da chi ritornò sul pianeta denso dopo la grande inversione di rotta.
Ma avevate dimenticato che esiste altro, al di là delle manifestazioni visibili dei vostri diversi dei.
La lieta novella venne portata dalla presenza Cristica, del maschile e del femminile, in un momento in cui la terra aveva dimenticato il Divino Amore e molti si erano arrogati il diritto di giudicare come "inique" le divinità altrui.
La lieta novella portatavi dal Cristo e da Maria di Magdala vi riavvicinava al vostro Spirito Divino, all'Amore vero, Universale, che va al di là delle singole religioni.
Non venne comunque compreso. E trattandosi di messaggio semplice e chiaro, l'essere umano volle trasformarlo, complicarlo e anche la lieta novella non riuscì a trasformare l'umanità, ma venne da questa trasformata in una delle tante religioni.
Imparate dalle due Marie.
Imparate anche da Maria, madre del Cristo, che comprendendo la lieta novella, si affidò alla Pietas Celeste e procreò in verginità con l'aiuto del caldo fuoco dello Santo Spirito che risiede nel Divino Amore. Lei è la Maria del fuoco buono, quello che arde nella fede, che illumina i sentieri oscuri, che dona la capacità di vedere oltre l'apparente buio.
Esse sono le due energie che dovete ritrovare, una scese dal Cielo e l'altra al Cielo salì.
Una viene chiamata la Bianca Maria l'altra venne raffigurata in molte iconografie come la Maria “Nera” (che ora sapete cosa significa).
Una, la Maria nera, accettò il compito divino e scese, sulla scura terra, per essere l'altra metà dell'energia Cristica, e venne canalizzata da artisti sensibili in quel suo colore scuro, legato alla terra.
L'altra, la Bianca Maria, accettò il suo compito di essere umano e divenne la madre del Cristo, pur sapendo che egli era condannato, in un mondo che già non conosceva più il Divino Amore.
Ella soffrì, molto, nell'allevare un figlio, consapevole del suo destino umano di sofferenza. Ma rimase fedele al proprio compito, da lei accettato prima della sua incarnazione, tanto che portò, nell'energia del Divino Amore nella Vera Fede, anche colui che con lei allevò il Nazzareno.
Ella dalla buia terra si elevò sino a raggiungere la Luce Celeste delle Sfere più Alte. Per questo venne dipinta, da artisti consapevoli, immersa nella bianca luce divina, con la veste celeste e cinta da una grande aureola che rappresenta la sua perenne connessione con il Divino Amore attraverso quello che voi chiamate il chakra della corona.
Si, la corona....
Per questo nei tempi antichi i capi sovrani si cingevano con la "corona", per meglio canalizzare le energie divine delle quali necessitavano per comandare in Gloria Divina e per rappresentare, anche a chi non aveva capacità di veggente, che il loro chakra della “corona” era luminoso e fungeva da canale per le energie divine.
Quando le corone, che anticamente erano un semplice cerchio d' oro o ferro, con pietre preziose, le quali aiutavano la canalizzazione e la fermezza negli intenti divini, iniziarono ad essere chiuse, allora anche i sovrani dimenticarono che il loro compito era di rimanere in contatto ed operare per il Divino Amore ed allora l'ego divenne il padrone della vostra specie.
Oggi, ritrovate la dea e cercate di ripristinare l'Ordine antico di Melkisedek. Cercate di educare i figli all'Amore Divino, alla Saggezza, alla Gioia e alla Luce.
Voi donne siete madri di esseri femminili e maschili, voi donne educate i bambini e voi siete le portatrici dell'educazione e delle energie che vi permetteranno di entrare nella nuova era.
Allora la Luce dorata
risplenderà su di una Terra risanata
in Totale Armonia
con il Sacro Serpente e la Bianca e Nera Maria”