Giovedì 19 Ott 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

Il cammino di salvazione

. Pubblicato in URIEL

 Gemma Braggio

La voce del cuore mette il suono del silenzio interiore e la sua forma risalta il dolore che toglie la vista a coloro che non vogliono adeguarsi alla legge del Piano Divino che dimora in loro. Essi non sentono né vedono l’espressione costante che tinge di nero l’ambiente portando una nota di divisione nell’aria.
Tutto sta incanalando entro la “negazione” dell’Assoluto perdendo il punto di vista primario dell’Anima portandola ad intingersi di sensazioni spiacevoli e poco chiare!
Il lavoro che dovete fare è solamente il ripristino del mondo reale lasciando da parte atteggiamenti inconsapevoli riferiti alla sfera animica che per molti comporta la disparità della vita reale senza la presa di responsabilità verso gli eventi da seguire e rivedere alla luce della nuova vibrazione che l’aria emana.
La griglia attuale non emette gli attaccamenti di sorta, scompaiono così tutti i punti di riferimento ed i valori che per molti di voi sono stati motivo assoluto di attaccamento della personalità senza pensare alla Vita dello Spirito Santo che dimora nell’involucro del corpo!
L’uomo deve essere educato con la formazione costante creando progetti d’azione nuovi che sottintendano la nuova realtà di campo!

La fiducia e l’onore debbono essere riabilitati e ricompattati ed il silenzio riporto a galla tramite l’azione di uomini e donne di buona volontà che conoscono l’arte del ripristinare e riconoscere alla luce dei cambiamenti attuali pieni di spirito di innovazione e dimostrazione in atto.
L’individuo dovrà con il tempo sempre più riconoscere sé stesso, troppo facile è attribuire la banalità agli accadimenti perdendo il punto di riferimento in Sé stessi!
È tardi per il lamento e le rimembranze di sorte occorre intraprendere decisionalità nell’Atto e ripercorrere la strada con saldezza e forza di volontà.
Vi esorto ad entrare sempre più nel cammino di Salvazione in Atto.