Lunedì 24 Lug 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

Riconoscere le sensazioni che risvegliano il vostro sè interiore

. Pubblicato in MELCHISEDEK

(Canalizzato da L.P)

Mi rivolgo a voi anime gentili per approfondire il mio dire che deve arrivare alle anime che hanno sete di conoscenza.
Sono un essere molto vicino a Dio che porterà aiuto in questo periodo di grande trasformazione della terra che più non conosce dove comincia il giorno e dove finisce la notte. Tutto è condizionato dall’unione di forze che contrastano la venuta o il ritorno del Padre Celeste.
L’immenso amore che perpetua l’universo va nutrito con l’abbondanza e l’unione di anime che si rincontrano, si riconoscono e si preparano con immensa dedizione a ricevere luce e traggono insegnamenti dalle semplici e molteplici difficoltà che bussano alla porta del cuore.
Se il mare per vivere necessita di acqua pura, lo spirito segue il volere dell’essere terreno che lo racchiude e che decide se ascoltare o continuare a vivere quotidianamente ignorando gli insegnamenti e le regalie divine.
Il cammino che porta alla consapevolezza che Lui è presente in ogni azione, in ogni sentimento nella pura pienezza del suo spirito è tortuoso, per alcuni irraggiungibile, per altri possibile se la parte dell’altruismo sarà predominante, donare non risulterà faticoso, ma spontaneo.
Ciò ricaricherà alla fonte e la sete di arricchire la propria anima sarà possibile per coloro che di ciò si nutriranno quotidianamente.
Per voi esseri di luce che seguono una strada da molte stagioni è fondamentale ricordare, allinearsi e riconoscere le sensazioni che arrivano a risvegliare il proprio se interiore, ascoltando quello che più risuona e seguendo con umiltà quello che non sempre si presenta gratificante ma di utilità alla crescita.
Il tempo lontano passato tra voi ha risvegliato il principio fondamentale dell’unione, l’amore incondizionato e libero atto a creare quel fluido positivo che trascina e guida l’anima, la linfa che vive, cresce e nutre la parte di luce che è in ognuno.
Il tempo a venire sarà di conoscenza e pulizia per colui che desidera avvicinarsi alla luce e raggiungerla, altro non necessiterà e al momento del richiamo troverà prontamente la strada che porta ad essa.
Riconoscersi e rincontrarsi è unione eterna.
Il nuovo giorno che avanza porterà con sé lo splendore delle anime che accolgono con amore il mio dire, che sentono il contrasto del bene e del male, che osservano il creato traendone spunto per lavorare sul proprio sentire e che li contraddistingue l’un l’altro, ma che alla fine porterà all’unione di coloro che attendono di ritrovasi sulla strada che porta alla luce.