Lunedì 24 Lug 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

MEDIANITA', SPIRITISMO, CHANNELLING

Stampa

La medianità

. Pubblicato in MEDIANITA\', SPIRITISMO, CHANNELLING

Pietro Ubaldi

La medianità di Piero Ubaldi esplose, come coronamento di prove e grandi dolori nell’autunno 1931. Nel dicembre dello stesso anno fu ricevuto il “Messaggio di Natale”, che può considerarsi come introduzione all’opera successiva, e che subito fu pubblicato in cinque lingue: su “Alfa” di Roma, su “International Psychic Gazette” di Londra, su “Revue Spirite Belge” di Liegi e su “Constancia” di Buenos Aires. Apparve poi con gli altri messaggi in “Reformador”, nel quotidiano “Correio da Manhà”, di Rio de Janeiro, e nelle prime riviste e giornali del Brasile, come in fascicoli separati.
Nella Pasqua1932 “La sua voce” trasmise il “Messaggio della Resurrezione”, vero e possente appello al mondo, che apparve, oltre sulle citate riviste, anche su “Revue Caodaiste” di Saigon (Indocina).
Il 2 agosto 1932, nel giorno del “perdono della Porziuncola” di S. Francesco d’Assisi, il medium (che si trovava presso Perugia) fu improvvisamente trascinato, da una forza febbrile e irresistibile, a scrivere rapidissimamente, in brevi minuti, quel sublime “Messaggio del Perdono” che ha avuto una notevolissima ed affatto spontanea diffusione in tutto il mondo, sia apparendo su in numeri riviste e su qualche giornale quotidiano estero, sia nelle edizioni speciali fattene da numerose associazioni sud – americane. Si calcola che ne sia uscito in tutto il mondo, circa mezzo milione di copie. Questo “messaggio” è veramente una grande chiamata a raccolta, una vibrazione possente di maestosa autorevolezza.
Tutti questi “messaggi” sono diretti “al cuore”, anzi al cuore della massa. Ma dalla fine del 1932 “La Sua Voce” trasmette un’opera organica; di concezione grandiosa e di avvincente sviluppo, su basi e con fini razionali e scientifici: La Grande Sintesi, la cui pubblicazione fu subito iniziata (e continua tuttora) a Milano su “Ali del Pensiero”, a Buenos Aires su “Constancia”, a Rio de Janeiro su “Reformador”, e sul “Correio da Manhà”, il primo quotidiano del Brasile: come da poli diversi che, su due opposti emisferi, la irradiano nel mondo. Altre edizioni estere se ne stanno preparando.
Raramente, nel mondo, cose fortemente volute e abilmente preparate ottengono un
pronto e spontaneo successo. In questo caso invece, un medium sconosciuto, impreparato, dubbioso per molto tempo sulla opportunità di render nota la sua produzione, senza mezzi e senza appoggi, modestissimo e rifuggente da notorietà, senza alcun scopo interessato, ma anzi costretto ad una vita di martirio per estrinsecare le sue rare doti medianiche – ha visto la sua produzione, timidamente offerta, fare in breve il giro del mondo, diffondersi rapidamente, automaticamente, come per una prodigiosa forza propria. E in ciò molti potranno vedere una prova.
Chi è “La Sua Voce”, questa anonima “entità” che trasmette scritti così elevati e possenti?
Molte inutili ed anche assurde congetture si sono fatte a questo riguardo, ma non è qui che se ne debba discutere. Diremo però: La Verità è una, e all’assetato non importa conoscere a qual fonte l’acqua è stata attinta.
Ciò che importa è che l’acqua sia limpida e pura, e possa lenire la sete delle roventi anime d’oggi.
Giugno 1935