Giovedì 14 Dic 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

MEDIANITA', SPIRITISMO, CHANNELLING

Stampa

Spiritismo e tecnologia

. Pubblicato in MEDIANITA\', SPIRITISMO, CHANNELLING

Gian Marco Bragadin

Vecchio tavolino a tre gambe, addio! Sedute spiritiche al buio, con le mani a catena sul tavolo, in soffitta!
Il modo per contattare l’Aldilà sta cambiando, al passo con la tecnologia e i nuovi mezzi per comunicare. Anche la medianità è diventata multimediale.
Il contatto con l’altra dimensione, che per molto tempo era rimasto legato alle manifestazioni della seduta medianica, alla trance, al tavolo e al “piattino”, ha seguito lo sviluppo della tecnologia nel campo della comunicazione.
Nella seconda metà del secolo scorso, prima lo svedese Jurgenson, poi lo psicologo Bayless, autore del libro “Telefonate dai morti”, insieme ad altri, compresi gli italiani Gabriella Alvisi e Marcello Bacci, hanno registrato voci e suoni che provenivano da altre dimensioni. E’ nata una nuova scienza, la TCS, Transcomunicazione strumentale (in inglese ITC) che studia tutti i fenomeni che utilizzano apparecchiature tecniche per la comunicazione con l’Aldilà.
Ma è soprattutto nell’ultimo decennio che questa fenomenologia si è sviluppata.
Sono apparse immagini sullo schermo dei televisori o dei computer (i genitori morti, Padre Pio, Gesù, e tanti altri).
Le “medium” che un tempo ricevevano messaggi con la “scrittura automatica”, oggi scrivono al computer, e il figlio morto invia un SMS di auguri alla mamma (provenienza sconosciuta) nel giorno del suo compleanno.
Molte informazioni si trovano nel sito http://www.marediluce.com/, alla voce “Medianità”.
Secondo Mark Macy, il presidente della Continuing Life Research, una società che si occupa dell’ITC, questo tipo di comunicazione ad alta tecnologia “rimane distinto da altre forme di comunicazione interdimensionale (come la preghiera, il channeling, la meditazione,  la veggenza per il fatto che la ITC coinvolge ampie squadre di spiriti tecnicamente molto preparati in grado di manipolare le energie elettromagnetiche.
Tempo fa, ascoltavo ad una TV locale Paola Giovetti, la giornalista ed esperta più nota in questo campo, la quale affermava che le Entità più evolute dichiarano di poter comunicare con noi più facilmente, attraverso i nuovi mezzi di comunicazione. Infatti, essendo forme di energia, possono “muovere”, l’energia elettrica, i campi magnetici, a loro piacimento dandoci messaggi alla radio o sul computer.
E ciò costa loro meno sforzo di quanto facevano in passato per muovere un tavolino o trasmettere attraverso la voce di una medium.
Lo sviluppo di questo spiritismo “tecnologico”, va di pari passo con il moltiplicarsi di fenomeni sovrannaturali di ogni genere, ed è qui che è bene mettere in guardia il lettore, perché come in ogni attività umana, si sono moltiplicati anche i profittatori dell’altrui buona fede, capaci di chiedere cifre enormi, spesso per “incontri” falsi, o di nessun valore evolutivo.
Da quando Shirley Mc Laine, la famosa attrice americana, ha pubblicato le sue esperienze di channelling, nel suo libro “Là fuori sul ramo”, questa tecnica, che ci permette di incontrare gli spiriti, si è sviluppata moltissimo ed è infinito il numero di persone che dichiara di aver avuto un contatto con l’altra dimensione.
Tutti abbiamo assistito alle “performance” della famosa Rosemarie Althea, e di tanti altri che abbiamo visto sfilare nei vari salotti televisivi. Io stesso lo posso constatare ogni volta che sono invitato a parlare di questi argomenti da G. Medail e G. Cerquetti a Totem, la trasmissione che va in onda tutte le domeniche alle 23 su RTL 102.5. Migliaia di persone chiamano in diretta per raccontare di aver avuto un contatto con una guida, un angelo, o un parente defunto. E’ ciò che racconto anche nel mio libro “I segni del destino”, dove cerco di spiegare chi è che entra in contatto con noi e perché lo fa.
Ma c’è un ulteriore aspetto che lega l’esperienza medianica e la tecnologia, e questo è internet.
Questo straordinario mezzo di diffusione, infatti è oggi a disposizione delle Entità che vogliono comunicare agli uomini messaggi spirituali o insegnamenti. Senza contare i moltissimi siti di carattere religioso: in Italia oltre al Vaticano, quasi ogni Parrocchia ha il suo sito.
Internet è la rete che collega tutti gli uomini, in un unico mare, dove ciascuno può entrare in contatto con gli altri. Una tecnologia che porta all’unione degli esseri umani.
Le grandi Entità lo stanno studiando per comunicare con noi. Forse non si arriverà mai ad avere un sito: http://www.aldilà.com/. per connetterci con l’altra dimensione, ma non è difficile ipotizzare che se ogni cosa è opera di Dio, anche internet potrà servire a “connetterci” tra noi, ad avvicinare tra loro gli uomini, nella rete dell’amore universale.