Giovedì 14 Dic 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

NON SIETE I PADRONI DEL MONDO

. Pubblicato in MAESTRO GRECO

 (Messaggio Medianico)

Voi uomini parlate spesso del mondo, degli altri uomini.

Dimenticando che gli altri uomini non sono dentro di voi, sono fuori. Il mondo è fuori di voi. Non è dentro. Se voi volete che il mondo venga a voi, rimanendo voi dentro, state vivendo una grande illusione. Dovete uscire. Andare nel mondo.
Il mondo è fuori di voi.
Dovete accettare la diversità.
Dovete accettare la contestazione.
Dovete accettare la gelosia, l’amore, la privazione, la sofferenza.

Questo è nel mondo.

Voi non siete i padroni del mondo. Perché il mondo non è dentro, è fuori di voi e voi non potete farlo girare a vostro piacimento, ma dovete adattarvi al mondo.
Se avete creduto che noi Maestri venendo, cercando di aiutarvi, cercando di spingervi sulla vostra strada avremmo potuto anche fare vostro il mondo….
Avete sbagliato. Non è così.
Non è così perché ripeto, il mondo è fuori di voi.
Non potete voi comandare il mondo.
Ma solamente essere comandati dal mondo. È un concetto. Un sistema di vita. Chi ha tanti soldi, tanto potere, e poi perde tutto. È il mondo che ha deciso di fare così. E di cancellare ciò che aveva, i soldi, il potere…
Gli uomini si oppongono. Non accettano.

Combattono il mondo. E si fermano.
Poi vogliono ripartire… Mah… Bisogna cambiare il proprio modo di vivere. Se avete perso quello che avevate è perché lo vivevate in modo sbagliato.
Dovevate colorare la vostra vita. Perché se rimanete grigi siete finiti.
Il grigio è l’assenza di colore. Colorate la vostra vita. Coloratela d’amore, di sentimenti. Anche d’illusione! Ma coloratela.
È un concetto orientale, occidentale…

Oppure non volete superare questa soglia. Non volete andare aldilà del vostro mondo.

Se voi guardate gli altri… Capireste che hanno uno scopo. Seguire la loro strada. Ciò che hanno scelto.

L’errore dov’è? L’errore è che quando il Maestro, il Karma, cancella ciò che avevate, il potere, la ricchezza, un amore, non rimane più nulla. E allora l’uomo va nello sbando più totale.
Tira fuori il mondo che ha dentro. Le donne, gli amici, la famiglia.
Ma senza il potere, senza i soldi Le donne non ci sono, gli amici se ne vanno, la famiglia si lacera. E allora… questo significa che nel vostro mondo c’è qualcosa che non va. Che dovete cambiare il vostro mondo. Aprire quella porta e uscire, andare….

Mai restare fermi. Nel mondo nulla è fermo. Tutto si muove. Tutto cambia. È la legge dell’Universo ed anche voi forse dovete muovervi, cambiare la vostra vita.
Guai a chi vi dice di isolarvi dal mondo. Noi non vi abbiamo portato mai una strada di solitudine, di chiusura. Vi abbiamo sempre detto “andate in mezzo agli altri…. “Vivete in mezzo agli altri”.
Conoscete gli altri. Portate la nostra parola agli altri uomini. Non il vostro mondo.
Portate la nostra parola. Date l’esempio. Ma questo ve lo siete dimenticato. Come vi siete dimenticati tante altre cose.

Ma la domanda è. Avete la forza, avete la volontà… Avete la determinazione di andare a cercare ciò che avete dimenticato? Avete ancora fede? Oppure forse avete perso la fede.
Ognuno di voi deve cercare di ritrovare la fede. Fare un pellegrinaggio che può anche essere in una stanza di casa sua. Per ritrovare la fede. La forza per muoversi, per riprendere a camminare.

Dovete scavare dentro di voi per trovare il tarlo, farlo uscire ed ucciderlo. Ma se tutto questo non lo fate… E allora il tarlo si muove. Se ne va. E allora le cose non sono come voi vorreste, ma diverse.
Voi pensate che tutto vi è dovuto.
Tutto deve cadere dal cielo. Arriva.. Non arriva.. Non è così. Siete voi che dovete agire. Ma agire subito. Ieri. Non domani. Se non avete dentro questo fuoco non riuscirete a camminare sulla strada della vostra evoluzione.

E qualunque cosa il Karma vi farà incontrare, dite sempre comunque grazie Maestro per ciò che hai fatto per me.

Non sono i soldi e il successo lo scopo di una vita. Lo scopo di una vita è l’esperienza, l’evoluzione, seguire la propria strada. Questo è lo scopo di una vita. Ognuno di voi ha il suo talento. La sua gemma preziosa per la quale è venuto sulla terra… per renderla sempre più trasparente. Più brillante. E allora perché rinchiudersi in una casa. Isolarsi. Piangere sulle proprie sventure. Dare la colpa agli altri.. Bisogna incontrare altra gente. Bisogna verificarsi con le altre persone. Bisogna lavorare.

Ma tutto questo è difficile da capire…
È difficile da armonizzare. Con voi stessi, con il vostro essere, con la vostra mente, con la vostra illusione. Con i vostri amori, gelosie, speranze.

Pensate ai figli. Sono un momento della vostra vita. Vi hanno scelto come un veicolo, come mezzo per poter fare la loro evoluzione, la loro esperienza, qualunque essa sia. E anche qui voi fate un altro grande errore. Il condizionamento. Spesso condizionate i vostri figli. Ma i figli non sono vostri.
I figli dovete prepararli e poi lanciarli nella vita. In libertà. Non tenerli legati a voi, con ricatti, con condizionamenti.
Perché ciascuno deve essere libero, e poter decidere da solo della propria vita.

Molti di voi, che hanno intrapreso una strada di ricerca spirituale, si lamentano perché non “sentono” il Maestro.
Credono di essere stati abbandonati dal Maestro. Ma voi che cosa avete fatto per attrarre il vostro Maestro? Ve lo siete domandato?

È questa la vostra strada? È questo ciò che dovevate fare?…. Se non sentite il Maestro allora il Maestro è cattivo. Non c’è. Non è così. Siete voi che dovete cercare la vostra strada, e il vostro cammino. Seguitela. E tutto si sistemerà. Scoprirete la direzione giusta.
Tutto si sistemerà nel tempo. Anche grazie al Maestro che vi segue. Anche se non lo “sentite”.

Andate ad affrontare il mondo. Combattetelo. È questo che vi chiede il mondo. E voi seguitelo. Siete sulla terra per seguire, capire ed evolvervi con il mondo, non da soli.

I Maestri vi possono spingere, aiutare, far capire. Ma non possono prendervi per mano. Cosa vorreste? Che venissero, vi dicessero “Vieni… da oggi vieni con noi.. è tutto bello..” E’ così? Io dico di no.

Siete voi che dovete aprire questa porta. Siete voi che dovete varcare questa soglia e camminare. E vedrete che tutto diventerà facile.

Ma per fare questo dovete scegliere. Non dovete rimanere grigi, ma colorati. Il colore è il linguaggio dell’universo.

Il grigio è l’assenza di colore, è l’assenza di linguaggio. È l’assenza dell’Universo.
Non aspettatevi nulla dagli altri. Ma prendete ciò che il mondo vi dà, vi dona. E non aspettatevi nulla, ricordate sempre questo. Non fatevi illusioni.

Tutti possono dirvi di si, vi ossequiano ma poi, dietro… cosa succede?

Non parlate di distruzione quando le cose vanno male. Perché anche nella distruzione c’è la creatività. Senza cadere in depressione. Dovete capire come – anche nella distruzione – c’è il seme della rinascita. Dovete cioè cercare di risolvere i vostri problemi, distruggendo, anziché costruendo.

Guardate le vostre case. Sono piene di cose superflue, inutili. Rendete ciò che non vi serve. Bruciatelo. Datelo ai poveri. Ritornerà. Non ritornerà, tanto a voi non serve.

Cercate di armonizzare la vostra anima. E allora tutti i malanni, le malattie che avete passeranno. Allora le infiammazioni, il non dormire, lo star male, la febbre… passerà. Mangiate ciò che vi serve. Altrimenti come potete pretendere che il vostro fisico non si ribelli… Dovete trovare in voi l’energia, lo spirito. Dovete voi trovare la forza dentro per fare ciò che sentite di dover fare. Non vi fate condizionare dagli altri. Ma scegliete nella libertà. Scegliete per come siete, perciò che siete, con la vostra intuizione. Legatevi ai grandi miti. Da Santiago si torna cambiati. E andate a Santiago. E tornerete cambiati! Oppure andate a Mt. St. Michel. L’Angelo dell’Acqua e del Fuoco scenderà. E allora andate. Oppure fate un corridoio in ginocchio. Una novena in chiesa. Visitate 10. 20. 50 chiese in Italia. Qualunque cosa serva a farvi ritrovare lo spirito.

Non state fermi. Perché se state fermi siete già morti. Tenete elevato il vostro spirito.

Non fate come molte persone che avete intorno. Sono già morte ma ancora non lo sanno. Sono chiuse dentro questo corpo, che cercano di riparare, di proteggere. Ma il corpo quando è finito. È finito. Dovete rassegnarvi a questa legge.

Non vi sentite bene? State sempre male?
Perché? Perché non seguite un programma di vita. Perché non mangiate metà di ciò che dovreste mangiare. Allora dormireste senza problemi. Sareste più rilassati. Più allegri. Più felici.
Sono regole antiche come il mondo.

Gli altri dicono che non siete capaci di fare una certa cosa? Non importa. Voi provateci. L’azione è quello che conta.
Quando seguite la parola del Maestro che sentite dentro di voi, troverete sempre la vostra realizzazione e allora seguitela! Seguitela fino in fondo!

Gli uomini sono come l’acqua, oggi ci sono, domani chissà… Oggi sono con te.. domani chissà… Questo è ciò che noi cerchiamo da sempre di insegnarvi.
Questo è ciò che voi uomini avete cancellato. Avete dimenticato.
Voi volete tutto e subito.

Ma per volere è necessario agire.
Agire anche quando tutto intorno dice no! Anche quando tutto intorno è distruzione. Anche quando noi dobbiamo e vogliamo distruggere. Non aspettatevi i miracoli.
I miracoli non ci sono.
Aspettatevi il lavoro, la fatica, le arrabbiature per andare avanti.
Per spingere avanti.
Non ci sono altre soluzioni.
Ci sono decisioni da prendere, e velocemente.
Prendete queste decisioni e poi andate avanti. Il vostro Maestro cercherà di aiutarvi.
Ma ricordatevi. Ciò che conta non è ciò che noi vi diciamo. Ma è ciò che voi farete. La vostra azione. Nel mondo.