Lunedì 24 Apr 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

LO SPIRITO E L’ANIMA

. Pubblicato in MAESTRO GRECO

 (Messaggio Medianico)

Salve. Vengo nella verità e nella Luce a portare un messaggio a voi. Oggi vi spiegherò Lo Spirito e l’Anima. Lo Spirito è la forza Universale, che Dio, la Luce usa per raggiungere gli uomini e tutte le creature. L’Anima è ciò che è in ognuno di noi, si è staccata da Dio e deve fare ritorno a Dio. L’anima ha la possibilità di ritornare sulla terra. E di rifare le esperienze che in una vita non ha potuto finire. Lo spirito è energia. E’ Dio. L’anima è la terra. Siete voi. Nell’anima vi è il demonio. Nello spirito vi è Dio. Sono le due energie con le quali la Luce ha stabilito di influenzare l’Universo: Spirito ed Anima. Quando voi dite che vi sono intorno a voi delle energie negative, in realtà le energie negative sono dentro di voi, sono nella vostra anima. Dovete pensare a cosa è stato portato o immesso nella vostra anima, per farla funzionare negativamente, anziché positivamente. L’Anima è ciò che vi porta le esperienze più dure, difficili, negative. Lo Spirito è ciò che vi eleva, che vi fa capire che in questo Universo, non esiste solo il corpo, ma esistono altre energie e altre forze. Lo Spirito è la somma di tutto l’UNIVERSO. Quando voi invocate lo Spirito, invocate una grandissima forza, una grandissima possibilità di aiuto, di amore e di perdono. L’Anima come ho detto è tutto ciò che di negativo è in voi. L’Anima deve potersi trasformare dal negativo al positivo. Quando l’anima sarà totalmente pronta verrà riassorbita dallo Spirito, si annullerà nello Spirito. Ognuno di voi ha in sé un (+) e un (-). Sta a voi vivere con il segno (+) o con il segno (-). Quale giudice di questa scelta ognuno di voi ha un Maestro. Siete sulla strada solo quando incontrerete il vostro Maestro. Il mio compito non è di farvi da Maestro. E’ solo quello di portarvi la parola della Luce. Posso anche aiutarvi, ma io non sono il vostro Maestro. Se voi non riuscite ad incontrare il vostro Maestro, è perché in voi ci sono delle disarmonie. Armonizzatele e troverete il vostro Maestro. Quando l’uomo vive valori terreni, sesso, soldi, ricchezze, potere, egli vive sulla propria Anima, o meglio con la propria anima. E questo è un grave peccato. Egli chiude totalmente la propria Anima allo Spirito. E questo è un grave peccato. Non siete nati per non conoscere lo Spirito. Ma siete nati per evolvervi. Chi fa questo, chi cerca di legare la propria Anima, con altre Anime, usando forze terrene, ebbene questo verrà distrutto. Con una eccezione. Che per lui non vi sarà più ritorno. Il peccato è troppo grande. Voi sulla terra avete avuto degli esempi. Tutti i grandi condottieri nel bene, hanno un posto a sé nell’Universo, ma coloro i quali hanno usato il proprio potere per distruggere, sono dissolti nell’Universo. Non esistono più. Lo Spirito è lento, ma arriva. L’Anima è veloce, ma non arriva. Lo Spirito è lento, e vi segue, passo per passo. Egli ha la giustizia, non la giustizia degli uomini, ma la giustizia della Luce. E vi assicuro che è una giustizia che non sbaglia. E’ una giustizia che dà ciò che avete dato. E toglie ciò che avete tolto. Non esiste il non pagare il debito. Per la Luce, ciò che fate, vi verrà fatto. Ciò che date, vi verrà dato, ciò che dite, vi verrà detto. Questa è la forza dello Spirito. Che non avendo tempo, può essere in questa vita, o anche nella prossima. Ma state sicuri, che ciò che fate vi verrà fatto. Io già vi dissi che non sono il vostro Maestro, quindi ciò che dico può essere una parte della verità. O meglio è la verità, ma per voi può essere una parte della verità. L’altra parte spetta al vostro Maestro ed al vostro Karma. Io non posso né modificarla, né toglierla. Posso solo, se voi volete, dirvi qual è la vostra esperienza. Ma ahimè non sempre l’uomo è pronto per capire, per ubbidire, per avere fede. Lo Spirito è amore. L’Anima è peccato. Lo Spirito è fede. L’Anima è inganno. Se voi riuscite a capire questo, riuscirete a incontrare il vostro Maestro. Il Maestro è sempre al di là di una verità che voi dovete capire!. Non vi è nessuno che vi possa spiegare la verità. Voi dovete capirla. Quando l’avrete capita, ecco che arriva il Maestro. Non prima! E non dopo. In quanto lo Spirito ha il tempo. Ora quando voi scegliete di venire sulla terra, dovrete preparare la vostra esperienza, con l’aiuto di tutti i vostri Maestri. Poi dovete affidare queste esperienze allo Spirito. Il quale le amalgama, le toglie, le aggiunge, a seconda di ciò che voi veramente siete. Dopo di ché vi è concesso incarnarvi. E a questo punto ciò che avete scelto, non viene più cancellato. Ecco qual’ è la verità della incarnazione. Voi uomini vi dimenticate questo, non lo sapete. Ma di qua le scelte sono state fatte. E’ vero che esiste anche sulla terra un modo di essere psichico, ma a noi non compete. Lo psichismo, o psichico, l’avete creato voi uomini. E fa parte dell’Anima. Voi credete che l’Anima sia Dio, ma ciò non è esatto. L’Anima non fa parte di un energia divina, ma di un’energia terrena. Ecco perché i vostri scienziati sono riusciti a pesarla, a darle una consistenza, a chiamarla carica elettrica, neutrini, è vero. Ma l’Anima non è lo Spirito, non è Dio. Siete voi, con le vostre paure, i vostri problemi, le vostre esperienze. Quindi l’anima non è ciò che voi pensate. E’ indistruttibile, ma deve evolversi. E per evolversi, se vuole evolversi, non deve tenere conto del fisico . Più voi sarete tartassati, più voi avrete problemi, più il vostro fisico sarà malato, più voi sarete nella verità. Starete camminando sulla strada per arrivare alla verità. Come è lontano l’uomo da questa realtà. Quando voi vi recate in un ospedale e vedete gli ammalati, senza energie, tutti tagliati, con delle malattie addirittura per voi inconcepibili. Ebbene, ricordatevi che in questi ospedali, con quelle malattie, quegli uomini possono riscattare le loro esperienze negative. E possono portare le loro anime, da anima a Spirito. Quindi è giusto che voi li curiate, che voi andiate a trovarli. Ma quella è la strada che il loro Maestro ha scelto per purificare la loro Anima. Lo so che è molto difficile da accettare. Ma è la verità. Quegli ammalati, in verità sono più vicini a Dio, di tutti voi. Attraverso il loro dolore, e la loro malattia, riscattano le esperienze negative che hanno fatto. Quindi la malattia non è altro che la possibilità che lo Spirito dà alla Anima di riscattarsi dalle sue esperienze negative. Dovete ringraziare lo Spirito, perché senza questa possibilità, l’uomo si sarebbe già distrutto. E ricordatevi, più la malattia è grave, più voi siete seguiti e benedetti dallo Spirito. E’ la Luce che ve lo manda. Più voi siete o avete la possibilità di riscattare le vostre esperienze, e più problemi voi avrete. Non esiste la felicità nell’evoluzione. Esiste la rinuncia nella evoluzione. L’uomo si assolve tramite la fede. La rinuncia, la sofferenza. Un’altra cosa. Dovete pensare che l’uomo è solo nell’Universo. Nella sua solitudine deve essere felice. Egli deve capire quale meta raggiungere e poi raggiungerla. Non è possibile quindi che l’uomo soffra di solitudine. Perché se soffre la solitudine, in verità vi dico che egli rimarrà solo. Più solo che mai. E quando sarà solo , egli avrà la possibilità di riscattare tutte le esperienze negative. A ogni uomo, in ogni esistenza, viene data questa possibilità. Però è lui che deve scegliere. Non ci sono altre persone che possono scegliere per lui. E’ lui il giudice di se stesso. E’ lui. Quando sale dopo la morte, e viene da noi, vede che cosa aveva scelto e cosa ha fatto e allora ecco che si danna. Ecco che vuole subito ritornare sulla terra per riscattare i suoi errori. Ma ahimè, ahimè, …… quindi dovete cercare di affinare la vostra Anima e portarla ad essere Spirito. Potete scegliere una di queste tre grandi strade che sono il Cristianesimo il Buddismo e Maometto, i tre grandi profeti dell’umanità. Gli altri non esistono. Il grande peccato che sta facendo da un po’ di tempo la vostra chiesa è quello di basare la fede su un personaggio e non sull’intera terra. La fede cristiana, non è il Santo, il Papa, il Vescovo. Ma è il Cristo, l’energia, è Dio. Quando voi leggete il Vangelo, e leggete che attorno al Cristo si radunavano migliaia di persone. Ed Egli parlava. Raccontava parabole, parlava alle folle. Ma voi chi credete che parlava attraverso Lui? Lui che era ed è il figlio di Dio parlava. Attraverso Lui scendeva lo Spirito, il puro Spirito. Ecco perché migliaia di persone venivano attratte inconsapevolmente da questo Spirito. Perché migliaia di persone lo ascoltavano. Quando è giunta l’ora, l’ora nella quale la sua Anima doveva pagare per i peccati del mondo, lo Spirito si è allontanato. Ed Egli ha vissuto da uomo il calvario. Questa è la verità. Quindi voi uomini dovete seguire ciò che lo Spirito vi porta. Quando andate da Francesco d’Assisi , egli vi armonizza. Se in mezzo a voi ci sono persone più o meno armoniche, Francesco d’Assisi le ha armonizzate. Come già vi dissi Egli non era altri che il Figlio che ritornava come aveva detto. Ritornava per rifare non tutta, ma parte della esperienza che aveva già fatto, e parte dell’esperienza che non aveva fatto, l’esperienza terrena. Francesco è un grande Santo, ed è l’incarnazione della verità. Egli ha la possibilità di armonizzarvi e di seguirvi. Ma io vi chiedo, quanti di voi hanno pregato, come faceva Francesco, non per se stessi, ma per gli altri. Quanti di voi hanno messo in atto ciò che ha detto Francesco. Quanti di voi hanno superato i propri problemi, o li hanno accettati. Voi dite “è presto” “noi dobbiamo pensarci”. Ma io vi chiedo. Quanti di tutti quelli che sono stati ad Assisi, hanno sentito la forza di Francesco, hanno sentito la forza del Crocifisso, di quel luogo? Quanti? Voi l’avete sentita? Ma questa forza, questo Spirito vi ha scosso? Io non devo, non voglio giudicare. Io chiedo a voi la risposta. Gli uomini sono tutti molto disponibili, quando i loro desideri vengono attuati. Ma quando i loro desideri non vengono attuati, non sono disponibili, si ribellano. Ecco che in questo caso entra l’Anima. Ed entra la negatività.