Lunedì 24 Apr 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

I FALSI PROFETI

. Pubblicato in MAESTRO GRECO

(Messaggio Medianico)

Il Maestro molte volte vi ha messo in guardia dai falsi profeti. Come ho sempre detto la fede è ciò che conta. La fede, la verità, la speranza, stanno al di là dei falsi profeti. Vanno al dì la di falsi profeti. Ma ora vi chiederete “chi sono i falsi profeti”? Sono coloro che attraverso spiriti guida, Maestri o entità, perseguono il fine di vincolare l’anima di chi gli sta intorno alla terra e non al cielo. Falso profeta è colui che spesso dicendo la verità, ha come finalità l’inferno, la dannazione , il fuoco. Falso profeta è colui che dice, che scrive, che parla con una finalità diversa dalla verità e che solo lui conosce. Quindi attenzione ai falsi profeti. Vi è un meccanismo che serve per disorientare, far arrendere i falsi profeti. Ed è quello di guardarli fissamente negli occhi, e di dire con la mente “Satana fuggi, vai”. Falsi profeti, false verità e false speranze. Voi dovete capire chi, come e quando appariranno e perché appariranno. Voi sulla terra la chiamate magia, il legame d’amore. Il falso profeta è colui che lega, che fa magari anche per gioco legami d’amore. Legami d’amore che distruggono, che annientano, che seppelliscono. Quindi ciò che posso dirvi è di fuggire dai falsi profeti che si presentano a voi con flauti d’oro. Ma ahimè quell’oro presto si trasformerà in ferro e poi in cenere. State tutti attenti ai falsi profeti. State attenti a cosa vi dicono, ma anche a come ve lo dicono, e a cosa vi portano a fare. Non lasciatevi condizionare dagli altri, da nessuno, neanche da me. Ma sappiate essere liberi. Il falso profeta è chi opera con la menzogna: è ciò che ho chiamato prima Satana che ritorna come falso profeta, per tentarvi. Fuggite da lui. Non ascoltatelo. Fate come quel navigatore che si mise la cera nelle orecchie per non sentire. Questa è la verità. Ricordate cosa dice il Maestro: 1. chi non sa digiunare non può essere mio discepolo 2. chi non sa rimanere solo, non può essere mio discepolo 3. chi non sa combattere non può essere mio discepolo 4. chi non sa mantenere la rotta non può essere mio discepolo 5. chi non sa attuare il SILENZIO non può essere mio discepolo 6. chi non sa astenersi dal giudicare non può essere mio discepolo Ma ricordate. Sia che noi Maestri rimaniamo legati a voi, sia che ognuno di voi prenda la propria strada…. 7. Ricordatevi che ciò che conta è non perdere mai la speranza . E’ essere forti, attivi, e seguire la luce che si vede in lontananza. Non lasciatevi abbagliare, ma seguite la luce che è in fondo alla strada. Ma se non saprete discernere i profeti dai falsi profeti, se non saprete seguire la rotta, vi distruggerete, ognuno di voi, si distruggerà! E infine ricordate anche che quando tutti vi evitano, quanto la vita vi crolla addosso, quando resterete soli, stanchi, sfiduciati vi accorgerete che solo il Maestro è rimasto con voi.