Domenica 28 Mag 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

La Luce Cosmica ci conferisce uan forza che non è della Terra

. Pubblicato in MADRE MARIA

(Messaggio Canalizzato da A.M.D)

L’emozione è tramite, filo conduttore che mi riconduce a te, allo spirito che soffre a volto l’abbandono, come sembra, delle forze celesti che ti assistono e…credi, sempre ti assistano, perché le sai udire in un atto di fede…
Non sei mai affondata, questo sono venuta a dirti in questa solitudine, perché tu non dubiti del contatto costante, se lo vuoi.Da questo ti può giungere forza insospettata, è dinamismo, è velocità delle vibrazione del mio piano detto a voi piano di amore, è vibrazione intensa che rivitalizza cellule umane, diversamente programmate per decadimento e morte.Se il declino non ti risparmia, apparentemente, questo appartiene a una prerogativa umana che ti ha accompagnato in gran parte della vita e allora i processi innescati hanno avuto compimento sino alla maturità, complice una medicina limitata.Non più subisci questi processi, la maturità ti ha portato certezze, controllo sulla forma, ma sola non potresti tale trasformazione, se non assistita da angeli all’opera per te, perché tu operi per noi.È dovuto rispetto al tuo incarico, da ciò deriva a te una nuova, diversa impostazione del fisico, diversa da quella conosciuta clinicamente.È l’impostazione che coinvolge coloro che si sono messi a disposizione di forze interplanetarie, a disposizione di gerarchie che vi parlano, da ciò riceverete linfa non più umana, ma linfa che vi deriva dagli Esseri che già vivono di luce.
Voi qui in terra, scelti per descrivere la Luce, portate in voi tale possibilità di incamerare Luce cosmica, che infatti vi destabilizza, colpisce in voi la fase umana. Per contro vi conferisce forza che non è di terra, che vi rende invulnerabili alle prove, perché gli attacchi si moltiplicano, ma trovano soggetti pronti anche psichicamente a sostenere il nuovo tempo, grande confronto, grande esami per molti.
Ne muore dell’impostazione di una vita, temi la fascia finale del percorso, ma finale è parola del tuo dizionario, non più valide.
Il declino non appartiene più all’inconscio, che è nutrito dal soffio angelico, di quegli Angeli che ti affiancano perché hai orecchie per udire.
Questo ti volevo ancora dire, molte volte dovrai ripeterlo a te stessa, alla tua cronica incredulità….se non credi non può attuarsi a fondo il progetto. Ti dovevo dire e ti ho detto, hai udito a un risveglio la conferma del tuo Compito, e anche un maestro in Terra lo disse.
Allontana i dubbi frenano il cammino che, se accogli con fermezza, può portarti lontano, ora velocemente.
Sia forza ai tuoi giorni, tenacia al lavoro, coraggio contro le ombre, io ti assisto e ancora una volta ti dico il mio amore di Madre di tutto ciò che vive, e ho una predilezione per coloro che, per il mio amore, che hanno lasciato lusinghe terrene.


Madre Maria