Domenica 28 Mag 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

INSEGNAMENTI PER CHI MUORE

Stampa

LA MORTE NON ESISTE

. Pubblicato in INSEGNAMENTI PER CHI MUORE

 Dal libro “Il giardino del Tao"

L’olivo, l’abete, la quercia, sono alberi che si innalzano. Alcuni danno dei frutti. Altri no. Danno i loro corpi, il loro tronco, affinché altri esseri possano capire…………Possano usare questo loro tronco, per fare cose che servono nella loro vita. Quale prova d’amore la Natura ci dà. Ogni essere dona il proprio corpo, una parte della propria anima per gli altri. C’è chi lo fa con paura, chi lo fa con terrore, chi lo fa accettando, chi lo fa lottando, c’è chi lo fa combattendo. C’è chi lo fa consapevolmente. C’è chi lo fa inconsapevolmente. Ma sempre nella rotazione della vita, dell’esistenza, ognuno dà qualcosa. Questa è la Natura. Questo è ciò che voi chiamate Dio. Che dà sempre qualcosa, a tutti gli esseri viventi. Dà, pretendendo una cosa soltanto. Che si riuniscono a Lui, e che seguano la strada dell’evoluzione. O meglio ritornino a Lui seguendo la strada delle evoluzioni. E’ qui che nascono i problemi. Le incoerenze. Le incongruenze. L’impossibilità di capire, di seguire. Le paure, le ansie, i dolori. Le malattie. Vedete. Nella Natura c’è tutto. C’è la morte ma c’è la vita, anche. C’è l’inquinamento, ma c’è anche il non inquinamento. Ci sono le energie, la luce, l’aria, l’acqua, e c’è anche tutto il contrario. Cioè la non energia. Per i cinesi la natura è Dio. E’ l’espressione terrena di questa grande energia che termina nell’universo. Questa è la Natura. Essa crea il male. E poi crea la forza per guarirlo. Crea il bene, e poi crea l’energia per distruggerlo. Se voi vi fermate a guardare l’acqua, capireste cosa voglio dire. L’albero cresce, è contento. E’ triste. Dona i suoi frutti. Prende e dà.  Dare e avere. Fa sempre parte della filosofia cinese. Gli Orientali sono più disponibili a non avere fede in un Dio terribile…… Ma ad avere fede nell’energia, nel creato, nell’acqua, nel fiume, nel lago, nel mare. Imparate a studiare la Natura. Quando vi sentite soli, prendete un vaso, e coltivatelo. Con amore. Quando una mia discepola sulla Terra si sentiva sola l’abbiamo spinta a comprare dei gerani. E coltivarli. E ancora oggi vivono. E’ un modo per lasciare un ricordo. Un fiore non vi tradirà mai. Vi darà sempre amore, anche se voi gli lancerete odio. Un animale. Un fiore? Un sasso. Un cristallo…..  Hanno bisogno della vostra energia, e quindi vi danno…. prendono e danno.  Secondo le Leggi della Natura. Studiate la Natura. Perché in essa vi è l'eternità. E scoprirete che la morte non esiste. La vita è un attimo. E la morte non è altro che un proseguimento. E’ passare un sipario ed andare al di là e sentirsi cambiati, diversi. Vedendo la platea davanti, e sapendo che la platea, forse, non può vedervi. Non può vedervi più. Può sentirvi. Può darvi l’emozione. E voi potete comunicare con la platea attraverso i pensieri e le emozioni.