Lunedì 24 Apr 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

INSEGNAMENTI PER CHI MUORE

Stampa

SPIRITISMO E MORTE. CHE COSA SUCCEDE ALLA NOSTRA ANIMA

. Pubblicato in INSEGNAMENTI PER CHI MUORE

 Maestro:
Esiste un corpo fluidico , più o meno compatto, a seconda delle energie che lo formano; esce dall’organismo dopo che questo abbia cessato la sua funzione, che è quella di servire nel Tempo da agente fra Spirito e Materia; quindi l’Essenza  si distacca dal soma con un involucro che direi semi- materiale.
Un tale involucro dell’Essenza –spirito serve al passaggio  delle diverse atmosfere o stadi o stati;  è una forma che permane sino a che si eterizzi, e cioè, oltre il risveglio, si ha l’evoluzione  del pensiero; oltre l’atmosfera elettro- magnetica  della zona amorfa, ossia il mare morto della letargia e del cupo abisso del rimorso, l’atmosfera eterico- dinamica del risveglio  è grigia ancora, ma oltre , nella evoluzione , si fa limpida, di una chiarità crescente.
Sin qui e non oltre  giunge la veggenza dello spiritismo; e pei suoi richiami  possono prodursi, di stadio in stadio, i fenomeni  d’ultrafisi, strani e sconcertanti, ma eloquenti ed efficaci, sino ai messaggi, non sempre limpidi, non sempre esatti: non per deficienza  soltanto dei vostri mezzi riceventi le vibrazioni, ma principalmente perché le vibrazioni irradiano da Essenza non anontiche né tanto meno enteliche, quindi imperfette nel vedere e nel trasmettere.
Quando il passaggio  dello Spirito giunge alle alte biotesi della Vita, non si parli più di spiritismo: sin qui ti condusse il tuo Piero e ti manifestò la potenza di un Essere appena scosso dal letargo, all’inizio del risveglio del suo pensiero; egli non ha più il corpo fluidico greve di scorie; il suo corpo è la forma del soma del Tempo, fatto trasparente e puro, come per la potenza del suo pensiero può ridarsi, quand’egli voglia. Tutte le Essenze, anche delle superne sfere , per loro volontà possono rivestire l’antica forma , ma eterea, pura e luminosa.
Qui  non si parli più di Spiritismo; qui avete manifestazioni  prettamente intellettive, cioè l’abbraccio delle Nouri con l’organismo umano. 

Brani tratti da “la Vita “ di Gino Trespioli- Sonzogno ed.(pag. 46)
Colloquio ultrafanico dell’autore con entità a nome “Maestro”
(raccolta eseguita nel periodo decorrente tra il 1916- 1921 )