Mercoledì 20 Set 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

INSEGNAMENTI PER CHI MUORE

Stampa

COLORI E SUONI PER CHI MUORE. GUARIGIONE E TRAPASSO FACILITATO DA MUSICA E COLORE ARANCIO

. Pubblicato in INSEGNAMENTI PER CHI MUORE

La grande occultista Alice A.Bailey nel suo testo sulla “Guarigione esoterica”, a proposito della morte, dice:
-in avvenire quando si saprà meglio  cos’è il colore, nella camera ardente del malato saranno usate solo luci Arancione, con debita cerimonia e solo quando si sia certi  che la guarigione è ormai impossibile.
Quel colore aiuta a concentrarsi nella testa, come il rosso stimola il plesso solare ed il verde  agisce nettamente sul cuore  e sulle sue correnti vitali.
Quando poi si conoscerà  meglio la natura del suono,si useranno anche le musiche adatte, ma, per ora non ne esistono che  possano agevolare l’anima nel ritrarsi dal corpo, salvo, forse, qualche nota emessa da un organo. Se nell’istante  esatto della morte  si risuonasse la nota propria del morente , si otterrebbe l’effetto di coordinare le due correnti di energia  e spezzare il filo della vita, ma oggi sarebbe troppo pericoloso insegnare queste cose e bisognerà attendere ancora.
Il guaritore esoterico  e, s’intende anche iniziato, conosce la sede della dissonanza. Conosce il potere del suono e sa quale suono ascoltare.
Sapendo la nota cui reagisce  il quarto grande gruppo e collegandola  al grande Nove creativo, emette la nota che libera, che assorbe nell’uno.
Educa il malato all’ascolto , educa l’udito  di colui che deve andarsene, sa come emettere il suono che risana  e quello che comanda la partenza.
Così l’opera si compie.
Chi  guarisce secondo questa direttrice, e sono rarissimi perché il Quarto Raggio  non è attualmente manifesto, usa soprattutto il suono.  
Quando l’applicazione di questa tecnica avrà inizio, il guaritore farà sovente ricorso alla musica, sia per guarire che per agevolare il trapasso.
Saranno però musiche  composte di un solo accordo, costantemente ripetute che suonerà  la nota del quarto raggio e del Regno Umano.
Questa guarigione  basata sul suono  sarà uno dei primi sviluppi nel campo medico e si verificherà  al termine del prossimo secolo.

tratto da “Anticipazioni di Cosmomedicina”del Prof.Dott. Luciano Bajardi)