Lunedì 24 Lug 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

INSEGNAMENTI PER CHI MUORE

Stampa

IL RISVEGLIO DELLA COSCIENZA

. Pubblicato in INSEGNAMENTI PER CHI MUORE

PENSIERI, RIFLESSIONI E MESSAGGI PERVENUTI  MEDIANICAMENTE PER AIUTARCI NEL TRAPASSO
L’abbandono  dal proprio corpo fisico di ogni essere, deve sempre accompagnarsi  ad  una vera e propria  interiorizzazione  che comporta  una propria consapevolezza e coscienza della realtà  che diverrà  per una appartenenza globale e parziale, della nuova vita da svolgere.
Parziale, perché per ogni essere, lo stato mentale  a cui dovrà soggiacere per il proprio livello energetico svolto, sarà sempre in funzione dell’ancoraggio a tutti quei pensieri  che lo ancoreranno a quella fascia  o soglia vibrazionale di appartenenza; dopodiché con l’evoluzione psichica e lo scollamento  da questi veri e propri pesi pensativi che l’essere ha, il passaggio ad altri piani  avverrà con più serenità e leggiadria pensativa.
Nuovi colori, nuovi spazi, nuovi, chiamiamoli cieli allora lo riempiranno psichicamente.
Durante l’abbandono in vita terrena  del bagaglio corporeo, è importante  il pieno risveglio della coscienza, in conoscenza della nuova strada da percorrere; perché se saprà ciò che parzialmente poi vedrà, ecco che allora saprà affrontare la curva che troverà  con la giusta velocità della sua macchina spirituale.
Le fasi visive, con la malattia e lunga degenza, aumentano sempre di più e con più frequenza, perché le visioni astrali avvengono con maggiore rapidità.
Sappiate sempre  far trovare il letto energetico ottimale all’anima che lascerà il proprio corpo fisico; questo è il compito degli Eletti dello Spirito.
Le preghiere, i mantra, gli invii di luce  e quant’altro, tutto questo preparerà tale letto energetico a cui l’essere dovrà spiritualmente adagiarsi per trasferirsi poi nel nuovo piano vibrazionale.

Note musicali
Sol Fa Re Mi - Sol Do (medio) Mi Sol -  Sol Mi Re Fa -  Re  Do(basso) Si Sol-           
e si ripete poi il tutto.