Mercoledì 26 Apr 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

ROBINSON CRUSOE E L'APOCALISSE

. Pubblicato in ESPERIENZE, VIAGGI, DI BRAGADIN

(Gian Marco Bragadin) Le foto, i filmati dei sopravvissuti all’Apocalisse di Katrina, il ciclone abbattutosi su New Orleans, mostravano gente disperata, su tetti sventrati, aggrappati ai rami degli alberi, su barche improvvisate, lungo strade trasformate in laghi. E persone sole, tanti Robinson Crusoe in lotta per sopravvivere, terrorizzati da una forza oscura, quella della Natura, che nessuno pensava potesse abbattere e distruggere una parte degli Stati Uniti, il Paese più potente del mondo.
Un colpo terribile che ha fatto vacillare il Governo del Presidente Bush, considerato incapace e bugiardo, per aver sottovalutato i pericoli di Katrina, e poi anche di Rita, un altro ciclone che pur di forza inferiore, ha procurato gravissimi danni ad altri due Stati dell’Unione.
La gravità di questi eventi naturali, che fanno seguito alla catastrofe dello “Tzunami”, stanno dimostrando la veridicità di antiche profezie e di moderni annunciatori di gravi disgrazie per il genere umano.