Lunedì 24 Lug 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

ALLA RICERCA DEI MONDI INVISIBILI - CONTATTI CON ALTRE DIMENSIONI (di Gian Marco Bragadin)

. Pubblicato in ESPERIENZE, VIAGGI, DI BRAGADIN

  “Con questo libro vi conduco per mano, come un novello Dante, alla scoperta dei mondi invisibili, dove possiamo ritrovare i cari defunti, ricevere straordinari Messaggi da Angeli e Maestri, incontrare le Entità di Luce, ed imparare a muoverci nel luogo che ospita le anime e dove ci ritroveremo tutti in un tempo lontano”.


Così scrivevo nella Prefazione del mio ultimo libro Viaggio nei mondi invisibili (Melchisedek Edizioni) un vasto panorama sull’Aldilà, i suoi abitatori, le esperienze e gli incontri che si possono fare.
Al giorno d’oggi i contatti con l’altra dimensione, sono completamente cambiati, come siamo cambiati noi, che abbiamo perduto il senso del Sacro, abbiamo esorcizzato la morte e viviamo come se non esistesse più. La nostra società, i grandi media in particolare, che fino a qualche decina di anni fa affrontavamo questi argomenti, intervistavano sensitivi e sciamani, oggi hanno chiuso quasi tutte le porte. Se si escludono alcune puntate di Voyager e soprattutto TOTEM, la trasmissione radio che ha dato il nome a questa nuova pubblicazione, sotto i colpi del CICAP, e dei poteri forti della disinformazione, i media e la TV in particolare tengono il pubblico rigorosamente all’oscuro non soltanto della nuova fenomenologia medianica, ma anche di tutto ciò che concerne le nuove scoperte scientifiche sui cambiamenti della Terra, e su tutto ciò che fanno tante persone di buona volontà, per divulgare le conoscenze attuali.
Eppure stiamo vivendo un tempo di grande “risveglio” delle coscienze. Come se le accelerate frequenze del Pianeta, stessero modificando le energie che ci circondano, ed agissero in termini vibrazionali sulle persone, rendendo tutto più veloce. Ciò sta provocando un fenomeno inatteso.
Sempre più gente manifesta interesse per la vita spirituale, si rende conto che il mondo in cui viviamo è marcio, e non ci porta che ingiustizia, sopraffazione, guerre, insicurezza. E quindi sempre più persone vorrebbero cambiare, sono pronte per una evoluzione che si manifesta in mille modi diversi.
Nascono bambini, come gli “indaco” o i “cristallo”, già abituati alle nuove frequenze, che manifestano diversità rispetto a come eravamo noi, alla loro età.
Nella mia posizione di Editore della Casa Editrice Melchisedek, nata proprio per pubblicare libri che aiutino la gente a risvegliarsi nello Spirito, ricevo quasi ogni giorno libri, componimenti poetici, messaggi, di donne (ma anche uomini) che recentemente si sono aperte al Cielo, ed hanno sentito nel proprio cuore il contatto con angeli, guide, entità che dettano loro insegnamenti personali o da far conoscere a gruppi di amici, o in libri da pubblicare.
E’ un fenomeno nuovo e straordinario, che si sta espandendo in tutto il Pianeta, e che dimostra come nel momento in cui viviamo, tutte le forze Celesti si sono attivate per comunicare con noi terrestri. E’ come se si fossero aperte le cateratte dell’Universo.
Ed è un fenomeno assai più diffuso di quanto si creda. Nelle mie tante serate con Giorgio Medail e Giorgio Cerquetti a Totem, su RTL 102,5 la cosa più sorprendente è stata lo scoprire come tanti ascoltatori si rivolgevano a noi, tramite la radio, che assicurava loro l’anonimato, per porgerci domande che non sapevano a chi fare, per ottenere risposte a quesiti in cui si arrovellavano, ma che temevano di esternare, per paura di essere presi in giro o considerati pazzi.
E’ tale il “cover up” l’occultamento di Chiesa e media, sulle tante Verità nascoste del nostro mondo e della nostra epoca, che migliaia di persone, non sapendo dove trovare risposte, finiscono per chiudersi o per rinunciare.
Da tanti anni, insieme a molti altri, in tutto il mondo, io lotto per il loro risveglio. La vita mi ha portato ad essere un creativo e comunicatore nel mondo della pubblicità, fino a che anche per me è arrivata una “chiamata” dal Cielo. “Adesso basta comunicare qualità dei prodotti di consumo” mi è stato detto. “Adesso che conosci tutti i media dovrai usarli per comunicare i Messaggi della Luce”.
Per anni non ci ho creduto, ho fatto tanti errori, come quelli di ascoltare una voce soltanto. Poi il Cielo mi ha messo intorno una vera e propria schiera di Esseri di Luce, che attraverso sensitivi diversi, mi hanno portato a convincermi che dovevo usare la mia esperienza per “divulgare”, a più persone possibile, gli insegnamenti nascosti che nessuno sulla Terra potrebbe darci. Ed ho cercato di farlo con Internet, aprendo due portali, poi con la TV, pur con tanta difficoltà ed ho fatto “Sesto Senso” su LA 7. E poi i libri, conferenze, Convegni, come l’ultimo “Cristo e Maddalena, l’eterna Unione Cosmica”.
Ho viaggiato per mezzo mondo, letto centinaia di libri, per scoprire l’antica saggezza nascosta nelle pietre e iscrizioni degli antichi monumenti. Ho compreso come l’occultamento che è sempre stato fatto riguardo al maschile e femminile divino, come conoscevano i Templari, che sono stati distrutti anche per questo, era stato possibile per ragioni di potere. E poi ho incontrato Arcangeli, Maestri, straordinari Esseri di Luce, con le loro verità.
Dalle ormai “antiche” modalità un po’ avventurose dello spiritismo ottocentesco, chi studia questi fenomeni è passato prima all’esame attento e scientifico, nel periodo fra le due guerre, per arrivare negli ultimi 50 anni, al “channeling”, un modo di comunicare con l’altra dimensione che sta diventando sempre più popolare, che dimostra come ciascuno di noi, se è su una strada di ricerca interiore della Divinità, di un contatto diretto (quello che le istituzioni religiose hanno sempre cercato di impedire), può accedere a piani superiori di coscienza, soprattutto può scoprire verità che la nostra anima ha dentro da sempre, perché sono le conoscenze che fanno parte di noi dall’inizio del mondo, e che in tanti “passaggi” della nostra anima nella materia, avevamo dimenticato.
Ed è per questo, per lanciare un adunata spirituale che, insieme ai tanti che operano per lo stesso scopo, ho voluto raccontare una parte di queste esperienze che ho vissuto, nel libro “Viaggio nei mondi invisibili”. E’ come una Guida dell’Aldilà, dove si scopre che nell’altra dimensione non ci sono solo i “morti”, cioè i nostri defunti. Ma che è un “non luogo” popolato da tante creature diverse, dalle più basse, come le larve e i baronti, su su, attraverso Angeli e Maestri fino ai più sublimi Esseri di Luce.
Nel libro non soltanto indico come contattare gli abitatori dell’altra dimensione, ma soprattutto metto in guardia i lettori contro i pericoli che si possono incontrare. Sia nello restare “impossessato” da uno spirito basso, sia nell’incontrare un truffatore, che per soldi finge di metterci in contatto con uno dei nostri cari defunti.
Ho poi raccontato tutta una serie di “incontri” con chi vive nell’Universo invisibile, le Entità più elevate, fino alle intelligenze extraterrestri, e i messaggi che ho ricevuto, per risvegliare la nostra anima alla consapevolezza, e rivelarci gli eventi che riguardano la Terra, il 2012, e come sopravvivere ad ogni pericolo. E poi altri insegnamenti, per la nostra evoluzione, sul come agire con gli altri, i nostri figli. Come effettuare le scelte. Come aiutare chi muore. Come prepararci alla morte senza paura. Chi sono gli spiriti. Quando credere a Sciamani e guaritori. Come sviluppare le proprie facoltà paranormali.
Non è però che l’altro mondo sia a disposizione di tutti. Una signora ad esempio, mi ha telefonato tante volte perché voleva che indicassi un medium. Perché mai? Perché lo zio era morto, e non sapevano dove aveva messo la chiave della cassaforte.
Ecco, la medianità non serve per questo. Nelle mie conferenze, come nel libro, io spiego l’importanza, il perché è importante conoscere l’altra dimensione. E questo vale per tutti, credenti o non credenti, atei o religiosi.
Quando facciamo un viaggio qualsiasi in un Paese sconosciuto, il Perù come la Birmania, solitamente acquistiamo una Guida, se andiamo in auto anche una mappa. E se desideriamo parlare con i suoi abitanti anche un Dizionario.
Quando sopraggiunge la morte, per carità, facciamo gli scongiuri, il giorno più lontano possibile! Comunque quando sopraggiunge che cosa sappiamo dell’Aldilà? Come ci dobbiamo comportare? Chi incontreremo? In Chiesa ci hanno detto che verrà il giorno del Giudizio, e poi saremo accolti nella Luce di Dio. E nel frattempo? Per qualche milione o miliardo di anni che cosa facciamo?
Chi ha letto il famoso “Bardo Todhol”, il libro tibetano dei morti, come ho fatto io, ha capito poco o nulla. Ci vuole una preparazione a una cultura molto diversa dalla nostra.
Insomma era necessario scrivere una “Guida dell’Aldilà”, per conoscere, dai tanti racconti e messaggi, che cosa ci accadrà, dove andremo, soprattutto come ci sentiremo senza il corpo.
Ho riportato ad esempio una parte del racconto splendido di un ufficiale autriaco, morto nella prima guerra mondiale, attraverso i vari piani che attraversa, la difficoltà a comprendere di essere morto, l’incontro con la sua guida, la gelosia nel vedere la moglie con un altro, l’angoscia di non poter comunicare con il figlio. Racconto che riporto completamente nel mio portale, dedicato ai Messaggi che provengono dall’altra dimensione, www.marediluce.com, che è appena stato ristrutturato.
Oggi anche la medianità è diventata multimediale.
Il contatto con l’altra dimensione, che per molto tempo era rimasto legato alle manifestazioni della seduta medianica, alla trance, al tavolo e al “piattino”, ha seguito lo sviluppo della tecnologia nel campo della comunicazione.
Si registrano voci e suoni che provengono da altre dimensioni. E’ nata una nuova scienza, la TCS, Transcomunicazione strumentale (in inglese ITC) che studia tutti i fenomeni che utilizzano apparecchiature tecniche per la comunicazione con l’Aldilà.
Sono apparse immagini sullo schermo dei televisori o dei computer (i genitori morti, Padre Pio, Gesù, e tanti altri).
Le “medium” che un tempo ricevevano messaggi con la “scrittura automatica”, oggi scrivono al computer, e il figlio morto invia un SMS di auguri alla mamma (provenienza sconosciuta) nel giorno del suo compleanno.
Molte informazioni si trovano nel portale già citato.
Anche la mia guida, la mia compagna del Cielo, oggi utilizza una sensitiva che scrive al computer, per darmi i suoi messaggi.
Tempo fa, ascoltavo ad una TV locale Paola Giovetti, la giornalista ed esperta più nota in questo campo, la quale affermava che le Entità più evolute dichiarano di poter comunicare con noi più facilmente, attraverso i nuovi mezzi di comunicazione. Infatti, essendo forme di energia, possono “muovere”, l’energia elettrica, i campi magnetici, a loro piacimento dandoci messaggi sul computer, o via cellulare.
E ciò costa loro meno sforzo di quanto facevano in passato per muovere un tavolino o trasmettere attraverso la voce di una medium.
Lo sviluppo di questo spiritismo “tecnologico”, va di pari passo con il moltiplicarsi di fenomeni sovrannaturali di ogni genere. Ma ciò che conta non è se il messaggio è portato dal medium, attraverso il "channeling", da un registratore o dal computer. Bensì che tipo di messaggio ci arriva e da quali Entità.
A volte i messaggi hanno un carattere universale e fuori dal Tempo, mentre altre volte sono stati dettati solo per un gruppo di persone e sono validi solo per quel momento.
Tanto più il messaggio è elevato e portato da un grande Maestro e più esso ci penetra, ci colpisce, a volte anche duramente, perché scuote le vostre convinzioni e ci mostra Verità spesso a noi sconosciute.
Leggendo nei libri o su internet, o ascoltando direttamente i messaggi della Luce, scopriamo Verità inimmaginabili, rivelate da Esseri di cui non conoscevamo neanche l’esistenza. Scopriamo l’inganno di molti dogmi religiosi, di tutte le religioni. Veniamo a sapere che la Terra corre gravi pericoli, ma nulla devono temere gli uomini di buona volontà, coloro che non vivono la loro esistenza come automi, ma che si battono per un ideale, vogliono dare un senso alla propria vita, e soprattutto operano per il Bene, costruendo la propria evoluzione spirituale.
La meta è una. Ed è sempre Dio. Compiere la sua volontà.
Essere al servizio di Dio non significa rinunciare alla propria vita terrena, alla gioia della famiglia, alla soddisfazione del lavoro, all’amore per la Natura e a ciò che il nostro mondo può offrirci.
Ma significa fare tutto questo con Cristo nel nostro cuore, avendo cura di non depredare il pianeta, di non offendere il nostro prossimo. Di aiutarlo ogni qual volta ci è possibile.
Il compito delle Entità è quello di farci conoscere noi stessi, come era scritto sul tempio degli antichi greci. È un lavoro incessante, interminabile, che ci porta anche molto dolore, che ci fa comprendere quanti errori abbiamo commesso, quando rischiamo di arrenderci alla vita, ai condizionamenti, al “che cosa dirà la gente”.
Ci insegnano a vivere la nostra esistenza, non quella che vogliono gli altri.
Perché siamo sempre in tempo a cambiare la nostra vita.
Anche se ci sembra di essere talmente immersi negli errori fatti, da non riuscire a sollevarci.
Errori negli studi, nella scelta del lavoro, nel matrimonio o nella separazione, nel rapporto con i figli, sempre oppressi dai condizionamenti, dal “perbenismo”, dalle paure. Ed anche quando abbiamo capito di aver sbagliato, non riusciamo a cambiare la nostra vita, crediamo che sia troppo tardi, che non è possibile mutare il corso degli eventi.
Niente di più sbagliato.
I Maestri dai mondi invisibili ci dicono che la nostra vita è il frutto del karma che dobbiamo pagare, e gli ostacoli che incontriamo, le sconfitte, i blocchi, sono ciò che dobbiamo imparare a superare, senza farci deprimere, senza perdere la speranza.
Soprattutto dobbiamo essere convinti che nessun errore è irreparabile, ed anche se abbiamo i capelli bianchi, anche se ci sembra che la nostra situazione sia senza via d’uscita, c’è sempre tempo per cambiare la nostra vita. Per scegliere di essere liberi da ciò che ci ha condizionato, e che spesso ha reso la nostra vita un inferno in terra.
Gli Esseri di Luce ci hanno spiegato che una vita senza difficoltà e senza sofferenza non serve alla nostra evoluzione. Quindi più difficoltà incontriamo, più tempriamo il nostro animo, impariamo a combattere, facciamo esperienza.
Perché il più grande errore che l’uomo può commettere è il non agire.
È stare fermo, adagiarsi, vivere in modo automatico, rinunciare a prendere la vita nelle proprie mani, per darle una svolta.
Non è mai troppo tardi per cambiare la nostra vita. Perché se tu ti metti in ascolto, in silenzio, il tuo cuore ti dirà che cosa devi fare per uscire da ogni situazione. Il Maestro è dentro di te. Il Maestro puoi essere tu stesso, perché tutti siamo in grado di riconoscere che cosa è giusto o non è giusto per la nostra vita. Ed infine gli Esseri di Luce ci hanno insegnato che dentro di noi c’è Dio. Ed allora di che cosa abbiamo paura?
Ogni uomo ha un sogno. Tu che leggi, lo hai già esaudito il tuo sogno? Ancora no? E allora è il momento di lottare per realizzarlo.
La soddisfazione che proverai, non solo nel raggiungerlo, ma già nel muoverti, nel riprendere a vivere, a combattere per realizzarlo, riempirà la tua vita, darà un senso alla tua vita.
Sei sempre in tempo, per realizzare il tuo sogno.
E intorno a te l’Universo è popolato da chi desidera soltanto aiutarti.
Io lo ho scoperto interpretando i segni e le coincidenze, veri e propri modi di comunicare del Cielo nei nostri confronti. Ho scritto tre libri, su questo argomento e sono migliaia ormai le persone felici di constatare che l’Aldilà esiste, ed è popolato – forse non sappiamo bene da chi – comunque da qualcuno che è in grado di guidarci, aiutarci nelle scelte, farci incontrare ciò che è necessario per la nostra evoluzione.

Gian Marco Bragadin


(Pubblicato su Totem. Maggio 2008)