Lunedì 24 Lug 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

COPPIA DIVINA E IMMORTALITÀ. LA TRINITÀ IN EGITTO. (Dopo Viaggio in Egitto).

. Pubblicato in ENTITA' DALL' EGITTO

 (Messaggio di Amon-Ra/Uriel. Canalizzato da A.M.B)

Le vostre conoscenze sull’Egitto sono molto scarse; sentenze di Dio attendono ancora di emergere. L’interesse che questo luogo desta è soprattutto comunicativo a livello archeologico e la bellezza di ciò che questa civiltà ha costruito, svia dalla vera conoscenza di cui i muri sono pregnati e dalle memorie di uomini provenienti da altri mondi, che all’Egitto hanno dato lustro e ricchezza. Ma soprattutto hanno trasmesso l’Amore per le Deità, poiché Dio per loro era in tutto, e il rispetto per ogni aspetto del Divino si estrinsecava con la ritualità per onorare la Creazione intera.
Essendo ancora così immersi nella materia, non riuscite ad afferrare la sacralità che questi Templi emanano. Ne percepite la bellezza e l’armonia ma non ne respirate l’essenza vera. La Conoscenza è sepolta sotto strati di sabbia interiore che offuscano la divisione. Tutto si fonda sull’immortalità che amavano centrare su chi rappresentava, per loro, il Divino in Terra e sulle sacralità di ciò che ad esso era collegata.
Il mito di Iside e Osiride e del loro figlio Horus, la Trinità espressa in madre, padre e figlio che così ben si collega al Cristo e a Maddalena, cinge il fulcro dell’esistenza intera dell’uomo. Iside possiede l’eternità che conferisce al suo sposo e insieme danno vita e al mondo attraverso il loro figlio Horus che non nasce da atto sessuale, ma da Genesi Cosmica. L’atto sessuale non è ammesso nella sacra coppia, perché esso rappresenta la parte materiale dell’uomo, mentre loro rappresentano la Divinità che si serve dell’Unione degli opposti per generare nuova vita.
Simbolicamente rappresentano la coppia umana che necessita di sessualità per generare ma che, in dimensioni differenti, non è strumento di fecondazione tradizionale in quanto l’evoluzione umana passa attraverso il raggiungimento dell’Androginia “perfetta”.
Il mito non fa altro che ricordare all’uomo dove passare per rinascere a sé stesso, purificandosi dalla materia densa in cui siete immersi.
Il vero scopo per un viaggio in Egitto consiste nell’andare alla ricerca della Verità. Le barche sacre che portano il Re e la Regina non sono altro che l’immagine del Graal che contiene il seme stupendo della vita. Morte e rinascita sono governate dall’aspetto femminile lunare, l’essenza della vita è governata dall’aspetto maschile solare in una bilanciatura perfetta.
Solo se entrambi, luce e tenebra, sono in equilibrio, è possibile la vita sul vostro pianeta. Niente è casuale in Egitto, ogni più piccola scritta ha un significato profondo.
I tanti Dei rappresentati li dovete vedere collegati al Tutto, in un estrinsecarsi di sacralizzazione dei molti aspetti della creazione. Nel monoteismo si dà per scontato che l’uomo abbia già acquisito questi concetti e che essi facciano parte del bagaglio evolutivo interiore di ognuno. Ma non sempre l’uomo ha ricordo della’antica memoria e necessita quindi di risvegliare la Scintilla interiore che collega Dio.
E questo risveglio possa dall’acquisizione della sacralità del femminino Divino, con la sacralità del maschile Divino.
Iside, come Maddalena, è estremamente unita al suo sposo perché non può prescindere dall’Unione della Creazione.
Anticamente sapevano questo e lo onoravano.
La Chiesa ha spezzato l’unità cancellando Maddalena e la forza ha prevalso sull’amore e voi uomini siete oggi il frutto di questa divisione.
Tutti coloro che credono nel cambiamento devono interiorizzare questa verità ed elaborarla nel proprio subconscio che riconoscerà, nelle memorie cellulari, il destino umano di riunificazione. Da questa unione sarà possibile la riunificazione con il vostro Creatore. Abbiate fede, questo è possibile!
Abbandonate i vecchi schemi i cui cogliete la separazione, abbracciate tutto ciò che porta serenità al vostro cuore e creatori sarete anche voi nel massimo del vostro bene.
Siate uniti e uniti troverete la strada che conduce a Dio che non è solo la vita dell’Amore ma è la vita dell’Eternità.
Luce a voi tutti, risorge Cristo in voi, Lui è in voi e voi siete in Lui! Pace agli uomini di buona volontà.
Uriel – Amon-Ra, lo Spirito che anima la Terra, il fuoco di Dio
Osiride reca il seme dell’eternità come Melchisedek . Intendete?