Giovedì 17 Ago 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

LA POTENZA SOLARE E I SUOI MESSAGGI ALLA TERRA

. Pubblicato in 2012. CAMBIAMENTI DELLA TERRA

 Giorgio Bongiovanni

Il sole è il logos cristico ed in esso risiedono le idee e la creazione di tutte le forme e le sostanze che i pianeti a lui sottomessi concepiscono e partoriscono.
In questa fase particolare di acuta sofferenza, per causa vostra ma anche per naturale evoluzione e crescita, il vostro pianeta è in fase di purificazione messa in atto da una intensa e profonda attività solare che causerà, nei prossimi cinque anni del vostro tempo, tragici ma necessari cambiamenti della crosta terrestre coinvolgendo tutta l’umanità.
Vi spieghiamo di cosa si tratta:
le ultime macchie solari che i vostri scienziati ben conoscono, sono causa di gigantesche esplosioni solari le quali convogliano, anche sulla terra in cinque minuti del vostro tempo, cariche immense di energia magnetica ed energia psichica che scuotono le forze della natura (acqua, aria, terra e fuoco).
Questa energia, oltre che sconvolgere tutti i mezzi di comunicazione esistenti, è in grado anche di attivare i più potenti vulcani presenti sulla terra che i vostri esperti in materia chiamano “le caldaie planetarie”.
Queste caldaie sono in grado, se attivate, di estinguere la civiltà umana.
Una di queste, il potente vulcano di Yellowstone sito negli stati uniti, potrebbe riattivarsi grazie alla potenza solare.
L’eruzione di questo gigantesco vulcano provocò, 65.000 anni or sono del vostro tempo, la scomparsa dell’ allora popolazione umana.
Le ceneri delle potenti esplosioni oscurarono totalmente il sole provocando un effetto simile all’inverno nucleare, senza radioattività:
il sole, inoltre, è in grado di accelerare il processo del riscaldamento del vostro pianeta, già attivato purtroppo dalle nefaste opere di inquinamento che l’opulenta industria di una parte della vostra civiltà umana ha posto in essere negli ultimi 60 anni del vostro tempo.
Molti fenomeni naturali che si stanno avvicendando sul vostro pianeta non hanno un processo di regolare svolgimento, le loro attività distruttive o di assestamento vengono accelerate da un fenomeno negativo di natura antropogenica, cioè causato dall’uomo (deforestamento, buco dell’ozono, radioattività, consumo deleterio delle risorse, inquinamento dell’acqua e dell’aria, ecc. Ecc.).
La verità, cari terrestri, è che non avete amato il pianeta, né il sole, con il rischio, grave, di contagiare i pianeti vicini.
Attenti!
Vi abbiamo detto che il sole è abitato ed è il reggente di tutto il sistema solare.
In esso risiede l’intelligenza cosmica, il padre (adonay), il figlio (cristo), lo spirito santo (forza creante). Vivono in lui, inoltre, milioni e milioni di angeli e le sette forze degli arcangeli della luce cristica.
I soli della galassia, con l’integrazione cosciente di moltissimi pianeti, formano la grande confederazione interstellare di cui noi facciamo parte.
Dal sole veniamo in pace, giustizia e amore.
Dalla luce vi giungono numerosi segni in cielo e in terra. Uno dei tanti, la continua formazione dei cerchi nel grano in Inghilterra e nel mondo intero, impressi nei campi di frumento del vostro pianeta dal canto del sole con i suoi angeli della luce in missione sulla terra.
Il sole è causa dei segni cristici della passione che portano gli stigmatizzati, tra questi il nostro amico e messaggero Nibiru-Arat-Ra (Giorgio Bongiovanni).
Vi abbiamo anche detto che il sole è il padre adonay, il quale, come ha già spiegato in precedenti comunicati, deve porre in essere la legge di causa-effetto per mantenere in perfetto ordine ed armonia il suo corpo macrocosmico e le sue cellule, tra queste la terra.
Infine, vogliamo ancora dirvi che l’opera di testimonianza e di risveglio delle anime nel mondo, alla verità che noi portiamo, è in corso ed è nella sua ultima fase di realizzazione.
Molto presto la nostra manifestazione fisica con le nostre astronavi si intensificherà in tutto il mondo, in particolare in latino - America ed in parte dell’Europa, Italia compresa.
Preparatevi dunque!
Il tempo è venuto!
Non ci stancheremo mai di ripetervi che il ritorno di Gesù Cristo, il messia, è sulle ali di questo tempo.
Preparatevi!
Ai giusti, ai buoni e ai beati la nostra fraterna benedizione ed il nostro amore.
Pace!


Dall’astronave Sha Asthar Sheran,
comandante Setun Shenar,
luogotenente tramite Giorgio Bongiovanni
stigmatizzato


Montevideo (Uruguay), 20 marzo 2007
ore 04:58